A COME AMADE'


 Quale potrebbe essere il codice di comunicazione più convincente per catturare l’interesse di un ragazzino della scuola media, un nativo digitale tutto preso a smanettare in rete tra smartphone e tablet, e indurlo ad amare Wolfgang Amadé Mozart non per un paio d’ore stiracchiate di lezione settimanale, ma per la vita intera? Qualcuno dirà: che domanda! Qualcun altro invece esclamerà: che impresa! Se andrete avanti a seguire l’Autrice, anzi, a seguire Lui in persona scoprirete una risposta e una tattica possibili. Beninteso, l’invito è aperto a tutti, perché A come Amadé non è solo un romanzo per ragazzi grandicelli. E’ rivolto anche a lettori, musicomani e musicofili, che proprio ragazzi non lo sono più, ma che vogliono tornare indietro ai tempi della scuola con una parentesi di letteratura musicale spigliata.

Per apprezzare qualche gemma di Wolferl, sbirciando le sue gesta straordinarie da un’ottica curiosa, infarinandosi al mulino delle sue infinite opere, magari divertendosi e regalandosi un sorriso di quando in quando, il volume può essere un inizio alternativo, adatto a tutte, ma proprio tutte, le generazioni. La copertina si apre con un: avanti c’è ancora un posto al computer. Perché ignorare il Genio di Salisburgo, non sarebbe proprio una genialata.
Il libro è in uscita nelle librerie di tutto il territorio nazionale a novembre.

Presentazione all’Interno2 di via Martiri della Liberazione a Saluzzo domenica 11 novembre alle ore 17. Dialoga con l'autrice il giornalista Osvaldo Bellino. Letture di Lionello Nardo, Maria Ludovica e Maria Virginia Aprile. Intrattenimento musicale a cura dell'Ensemble di chitarre del corso a indirizzo musicale della scuola media di Saluzzo coordinato dal professore Giulio Gallarate, con la partecipazione di Martina Borello e Mattia Fiore



Libri in vetrina