Miele: un alimento sano ed equilibrato


Milioni di anni prima della comparsa dell’uomo sulla terra, le api esistevano già proprio come le conosciamo oggi. I piccoli insetti gialli hanno segnato un momento fondamentale nella lunga storia dell’evoluzione. L’impollinazione dei fiori ha determinato lo sviluppo delle piante, modificando in modo decisivo l’ambiente. Quando l’uomo ha iniziato il suo cammino, il miele è stato uno dei primi cibi ad assicurarne la sopravvivenza.


Il miele, come prodotto naturale, può essere di grande aiuto nella dieta di chi fa un uso eccessivo di grassi, proteine, e prodotti alimentari di origine animale.

 


La composizione chimica del miele comprende infatti una vasta gamma di principi nutrizionali utili all’uomo, presenti in tracce o in dosi omeopatiche.


Non lasciamoci suggestionare: il miele non è una panacea universale e non ha miracolose proprietà farmacologiche: ha però dei notevolissimi pregi che ne fanno un alimento fondamentale per una dieta corretta e sana.


È un alimento energetico che agisce favorevolmente sull’uomo garantendogli salute e benessere psico-fisico grazie a un insieme di sostanze probiotiche.


Il miele ha un elevato apporto calorico: 1 kg equivale a 3000 kolocalorie. Tuttavia non affatica l’apparato, al contrario ne stimola le funzionalità perché è già stato “digerito”: le api che lo hanno prodotto hanno scisso il saccarosio in fruttosio e glucosio, zuccheri semplici altamente digeribili.

 


È uno stimolatore del muscolo cardiaco, protegge la ghiandola epatica, è diuretico, decongestionante della mucosa gastrica, per questo è consigliato nelle ulcere e nelle affezioni dell’intestino, espettorante e calmante della tosse, antianemico grazie al suo contenuto di ferro. È importante la sua funzione di fissazione del calcio nelle ossa e nei denti, al contrario dello zucchero che lo assorbe.

 

È anche antibiotico: nessun germe può vivere nel miele, per effetto della sua elevata acidità. Gli antiossidanti, i fenoli e i flavonoidi che vi sono contenuti hanno effetti protettivi contro i radicali liberi.



Colazione al miele

 

 

Per variare la preparazione della colazione, in particolare per i bambini e per gli sportivi, con il miele c’è solo l’imbarazzo della scelta:
- per rendere più gradevoli i fiocchi d’avena;
- mescolato a una tazza di latte e a un pugno di cereali soffiati;
- negli yogurt e con i formaggi bianchi;
- per accompagnare le crêpe;
- per zuccherare un infuso.


Confettura di zucca gialla

 

 

 

Ingredienti:
1 kg di zucca gialla;
800 g di miele millefiori;
una presa di vaniglia (è ricavata dal frutto di Vanilla planifolia o fragrans, varietà di orchidea originaria del Messico).

 

Preparazione
Cuocere la zucca spezzettata per mezz’ora in forno a 160 °C, poi passarla. Porre il miele in una casseruola a scaldare su fuoco basso, quindi aggiungere la zucca. Rimestando, fare cuocere per mezz’ora; si completa con la vaniglia: la confettura è pronta per essere messa nei barattoli, da consumare entro un mese.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Potrebbe piacerti anche Il miele nel piatto, un libro di Fusta Editore



Libri in vetrina