Una corsa per raccontare le Langhe


 

Sabato 16 aprile il maratoneta Matteo Renda partirà prima dell'alba con uno scopo ambizioso: correre in una sola tappa i 150 chilometri dell'itinerario Bar to Bar che attraversa i territorio del Barolo, del Barbaresco e dell'Alta Langa. La sua azione avrà un triplice obiettivo: provare la fruibilità del percorso, promuovere la nuova carta sentieri e sostenere la maratoneta azzurra Vincenza Sicari, costretta a letto per una malattia degenerativa dei tessuti muscolari.

La nuova carta dei sentieri 

È stata presentata la seconda edizione della cartina dei sentieri del Bar to Bar, il circuito escursionistico che tocca Barolo e Barbaresco attraverso le colline delle Langhe.

Le novità principali di questa seconda edizione sono: la cartografia più precisa (scala 1:50.000); il formato più maneggevole, 50x70; informazioni più ricche sulle cose da vedere lungo il percorso; l’inserimento di percorsi alternativi a quello principale.

Scoprire le Langhe: 150 km sulle colline di Barolo e Barbaresco

L’itinerario si snoda nelle Langhe, andando dall’area di Barbaresco a quella del Barolo passando per l’Alta Langa, per una lunghezza complessiva di 150 km suddivisi in 7 itinerari.

Negli ultimi anni la rete sentieristica del Bar to Bar ha dato impulso alla crescita del turismo escursionistico nell’Alta Langa. L’intero itinerario è descritto nella guida Scoprire le Langhe: a piedi tra le colline del Barbaresco, dell'Alta Langa e del Barolo. La guida contiene le caratteristiche tecniche di ogni tratto dell’itinerario e la descrizione dei luoghi che vengono attraversati.

I Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato costituiscono una terra senza eguali, dal 2014 riconosciuta Patrimonio mondiale dell’Umanità dall’Unesco.
Un luogo d’incanto, a pieno titolo fra i paesaggi rurali più belli al mondo, con le colline modellate da un infinito susseguirsi di generazioni di contadini. Partendo da Alba, le geometrie dei vigneti nella terre del Barbaresco lasciano il posto a noccioleti, prati e coltivi dell’Alta Langa, per poi tornare all’incantevole scenario di filari disegnati con la precisione di un orefice e pettinati con la cura di una madre amorevole, nella zona del Barolo. Le oltre 200 strutture ricettive segnalate sulla guida, inoltre, consentono di apprezzare al meglio i 150 km di sentieri lungo l’anello del Bar to Bar, per un trekking indimenticabile.

 



Libri in vetrina